Per creare un trucco perfetto dopo aver fatto una profonda pulizia del viso si possono effettuare delle correzioni parziali che riguardano: le sopracciglia, gli occhi, ed il naso.

Esaminiamoli adesso singolarmente lo spessore delle sopracciglia deve avere il suo massimo alla radice del naso per diminuire via via fino ad arrivare ad un minimo all’angolo esterno dell’occhio, la lunghezza ideale è data da una costruzione geometrica effettuata come segue: si traccia la linea A-B, congiungente la narice con la radice del naso, si traccia un’altra linea C-D, tangente all’angolo esterno della narice e all’angolo esterno dell’occhio, dalla radice del sopracciglio E si manda la perpendicolare alla retta A-B fino ad interessare la retta C-D, nel punto F. Il segmento E-F è la corda dell’arco ideale del sopracciglio.

Per quanto riguarda le correzioni del naso questo deve avere un profilo netto e preciso esso infatti contribuisce in modo considerevole all’espressione del viso. Se il naso è troppo lungo se ne ricopre la punta con un correttore scuro e le altre parti con un correttore chiaro, al contrario invece per allungarlo si applica sulla punta un correttore chiaro sfumandone sui lati e sul dorso uno più scuro.

Se invece il naso è troppo grande si può correggere sfumandolo interamente con una tonalità più scura rispetto al resto del viso.

L’occhio, in alcuni casi può essere necessario modificarne la linea, occorre però tenere presente una regola basilare non scostarsi dal modello originale. Per creare un occhio a mandorla bisogna disegnare il nuovo contorno dell’occhio rialzato e scurire i lati della palpebra lasciando chiaro il centro e allungandoci verso l’esterno.

Per allungare gli occhi scurire il bordo della palpebra inferiore con una matita scura lasciando chiara la parte più esterna scavalcando cioè il bordo interno continuando il trucco sulla palpebra inferiore, sfumare in senso orizzontale lo scuro sulla palpebra superiore allungandola il più possibile sia verso l’angolo interno, sia verso le tempie.

Per arrotondare gli occhi troppo sottili sfumare la matita sia sulla palpebra superiore che inferiore, vicino all’attaccatura delle ciglia. La sfumatura sarà più alta al centro e andrà a calare verso gli angoli, in modo da sviluppare l’occhio in senso verticale.

Per rialzare un’occhio tendente verso il basso la sfumatura a metà palpebra deve abbassare l’angolo interno e rialzare quello esterno evitando che il trucco termini come una virgola. Quindi sfumare l’ombretto scuro sulla parte di palpebra che determina la linea calante.