Con il dilagare del gioco esco con gli amici e metto le foto su Facebook, dovremmo trovarci sempre pronte ad essere fotografate per risultare belle e splendenti sul social network più diffuso.

Ovviamente se la macchina fotografica è in mano ad un professionista non dovremmo avere alcun problema ma se a scattare sono i nostri amici, amanti delle impressioni estemporanee, allora è opportuno ricorrere a qualche semplice trucchetto per evitare di risultare poco piacevoli.

Il problema più grande è rappresentato dall’uso del Flash che può farci sembrare delle donne fantasma con quell’effetto cadaverico, non sempre affascinante.

La luce che andiamo ad utilizzare, per illuminare il viso già durante la fase di make up, è molto importante. Di giorno sarebbe da preferire la luce naturale mentre di sera, la condizione migliore per truccarsi, sarebbe quella di esporsi alla stessa tipologia di illuminazione che troveremmo nel locale in cui passeremo la serata: luce incandescente al neon, candele o semplici lampadine determinano inevitabilmente una percezione molto diversa sull’aspetto esterno della nostra pelle.

Il problema principale da considerare, quando si diventa soggetti di una fotografia, è dato appunto dall’utilizzo del Flash. Quest’ultimo può determinare un certo riverbero sul viso il quale può essere evitato seguendo alcune semplici indicazioni.

Prima fra tutte è la scelta della tonalità per la cipria; sarebbe da evitare la polvere a base gialla mentre è consigliabile quella a base bianca, proprio al fine di non diventare improvvisamente pallide come fantasmi.

Per sfinire il viso è importante applicare la cipria con un pennello a partire da sotto gli zigomi, prolungando il tratto fino all’attaccatura delle orecchie, così da rendere il trucco più naturale.

Inoltre, anche se la sera ci piace risultare particolarmente luminose, l’utilizzo di glitter è da limitare alle labbra e alla parte alta degli zigomi, escludendo invece il contorno occhi, per il quale sarebbe opportuno optare per finiture mat. Nello specifico, sulla palpebra dell’occhio sono da preferire le nuances calde e opache piuttosto che gli ombretti perlati e iridescenti i quali in foto andrebbero a creare un brutto risultato.

Per diventare veramente a prova di click, l’ultima azione da compiere prima di tuffarsi nella movida serale, sarebbe quella di scattarsi una foto da sole e verificare il risultato del nostro make up. In questo modo si avrebbe il tempo necessario per apportare eventuali correzioni e capire come potremmo risultare, il giorno seguente, immortalate in qualche album di foto dei nostri amici internauti.